Firmate le ‘Linee guida per il diritto allo studio delle alunne e degli alunni fuori dalla famiglia di origine’, il Coordinamento CARE parte attiva nel progetto

firma linee guida 11dic


Firmate le ‘Linee guida per il diritto allo studio delle alunne e degli alunni fuori dalla famiglia di origine’, il Coordinamento CARE parte attiva nel progettoOggi, 11 dicembre 2017, la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, e la garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Filomena Albano, hanno siglato le Linee guida per il diritto allo studio delle alunne e degli alunni fuori dalla famiglia di origine. Il progetto è dedicato agli alunni che si trovano, per ragioni diverse, fuori dalla loro famiglia d’origine e prevede di offrire strumenti adeguati e percorsi personalizzati per superare gli ostacoli che rendono difficile realizzare il percorso di istruzione e che spesso portano all’interruzione del cammino scolastico.Le Linee guida sono il frutto di un lungo lavoro coordinato da un tavolo paritetico composto da membri e collaboratori del MIUR e dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza (tra questi Monya Ferritti, presidente CARE). Sono state audite 21 associazioni interessate, ministeri ed università oltre che numerosi dirigenti scolastici.Il Coordinamento CARE, parte attiva nel progetto, esprime grande soddisfazione per questo importante passo.
Consulta le LINEE GUIDA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO DEI MINORI FUORI FAMIGLIA