Coordinamento CARE

Coordinamento delle Associazioni familiari Adottive e Affidatarie in Rete

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Documenti e News
Documenti e news

RIFLESSIONE SULLA SITUAZIONE DEI MINORI IN AFFIDAMENTO IN ITALIA al 31/12/2011

TnaffidoIl Tavolo Nazionale Affido interviene in merito ai dati riportati nel rapporto finale pubblicato nel novembre 2013 dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali circa gli affidamenti familiari e i collocamenti in comunità, al 31 dicembre 2011. Dai dati ministeriali emerge che i minori italiani collocati all'esterno del proprio nucleo genitoriale sono 29.388, dei quali 14.991 inseriti in comunità, 6.986 affidati a parenti, 7.441 in affidamento extra-familiare. Si denota una complessiva coincidenza con i dati quantitativi dell'anno precedente, nel quale i minori in affido e in comunità risultavano essere complessivamente 29.309. La ripartizione regionale evidenzia una forte disomogeneità a livello territoriale con un range di variazione molto ampio, tant'è che in Liguria, regione con il maggior numero di minori collocati fuori famiglia rispetto alla popolazione minorile residente, i bambini e ragazzi che non vivono con i genitori sono quasi il triplo di quelli abruzzesi (regione con il minore numero di minori collocati fuori famiglia).

LEGGI DOCUMENTO


 

GLI AFFIDAMENTI FAMILIARI A PARENTI 16/02/2014

TnaffidoDal Rapporto finale della ricerca “Affidamenti familiari e collocamenti in comunità al 31.12.2011” presentato nel 2013 risulta che erano 6.986 i minori affidati a parenti ( affidamenti intra-familiari), 7.441 quelli in affidamenti a terzi (affidamenti etero-familiari).
Lo stesso Rapporto evidenzia che “tra le caratteristiche proprie dell’affidamento familiare i dati collezionati fanno emergere il perfetto equilibrio tra il ricorso alla via etero-familiare a quella intra-familiare, le incidenze sono pari rispettivamente al 51% e al 49%- erano il 47% e il 53% nel 1999, il 49% e il 51% nel 2007 e il 51%nel 2007 e 2008”.

LEGGI DOCUMENTO

 

L’AFFIDO E L’ADOZIONE DEI BAMBINI DISABILI E MALATI 02/03/2014

TnaffidoLa legge 184/1983 e smi nel primo articolo stabilisce che “il diritto del minore a vivere, crescere ed essere educato nell’ambito di una famiglia è assicurato senza distinzione di sesso, di etnia, di età, di lingua, di religione e nel rispetto della identità culturale del minore e comunque non in contrasto con i principi fondamentali dell’ordinamento”. Da questo si deduce che anche ai minori con disabilità o con malattie gravi deve essere garantita la possibilità di rimanere con la propria famiglia di origine offrendo ad essa tutti i sostegni possibili per renderla in grado di accettare, accogliere e accompagnare la vita del figlio.

LEGGI DOCUMENTO

 

NOTA del TAVOLO NAZIONALE AFFIDO sul Testo Unificato presentato dalla Commissione Giustizia del Senato della Repubblica inerente il Disegno di Legge S. 1209 (Puglisi) in materia di adozioni dei minori da parte delle famiglie affidatarie 12/02/2015

TnaffidoIl Tavolo Nazionale Affido, organismo di raccordo tra le associazioni nazionali e le reti nazionali e regionali di famiglie affidatarie, già intervenuto nel giugno 2012 sul tema della tutela della continuità degli affetti dei minorenni affidati , presenta le proprie considerazioni inerenti il DDL S. 1209 (Puglisi) così come declinato nel testo unificato - che si allega in appendice - presentato in data 11 novembre 2014 dalla Commissione Giustizia del Senato della Repubblica.

LEGGI DOCUMENTO

 

Parole nuove per l'affidamento familiare. Sussidiario per operatori e famiglie

Schermata 2014-04-04 alle 13.43.31

Il Sussidiario per operatori e famiglie si pone in sostanziale continuità con le “Linee di indirizzo per l’affidamento familiare”, approvate in Conferenza Unificata il 25 ottobre 2012, e ne rappresenta uno degli strumenti attuativi più validi.

Entrambi i documenti, Linee di indirizzo e Sussidiario, sono frutto di un appassionato lavoro collettivo e nascono dalla consapevolezza che, a distanza di trent’anni dall’approvazione della legge che lo istituisce, l’affidamento familiare non è ancora una pratica “matura, stabile, consolidata e diffusa omogeneamente sull’intero territorio nazionale".

Leggi tutto...
 

L’affido e l’adozione dei bambini disabili e malati

Schermata 2014-02-05 alle 20.03.05

L’affido e l’adozione  dei bambini disabili e malati.

Scarica il documento

 

Gli affidamenti familiari a parenti

Schermata 2014-02-05 alle 20.03.05Dal Rapporto finale della ricerca “Affidamenti familiari e collocamenti in comunità al 31.12.2011” presentato nel 2013 risulta che erano 6.986 i minori affidati a parenti (affidamenti intra-familiari), 7.441 quelli in affidamenti a terzi (affidamenti etero-familiari).

Lo stesso Rapporto evidenzia che “tra le caratteristiche proprie dell’affidamento familiare i dati collezionati fanno emergere il perfetto equilibrio tra il ricorso alla via etero-familiare a quella intra-familiare, le incidenze sono pari rispettivamente al 51% e al 49% - erano il 47% e il 53% nel 1999, il 49% e il 51% nel 2007 e il 51% nel 2007 e 2008”.

Scarica il Rapporto

 


Pagina 2 di 3
FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS FeedPinterest
ado_14.jpg

In evidenza

Banner


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento del sito. Se vuoi saperne di più consulta la privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.