Coordinamento CARE

Coordinamento delle Associazioni familiari Adottive e Affidatarie in Rete

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Comunicazione Comunicati stampa
Comunicati stampa

Enti autorizzati e associazioni familiari: “È una guerra che non serve a nessuno e da cui prendiamo le distanze. Il premier Renzi intervenga in prima persona: ci convochi per trovare una soluzione condivisa”

 COMUNICATO STAMPA

Enti autorizzati e associazioni familiari: “È una guerra che non serve a nessuno e da
cui prendiamo le distanze. Il premier Renzi intervenga in prima persona: ci convochi
per trovare una soluzione condivisa”

Milano, 07 aprile 2016 

“È una guerra che non serve a nessuno e dalla quale prendiamo le distanze avendo come unico interesse il funzionamento del sistema adozioni in Italia”.

È unanime la reazione dei 25 Enti autorizzati e delle 33 organizzazioni familiari aderenti al Care (Coordinamento delle Associazioni familiari adottive e affidatarie in Rete) che si dicono “fortemente preoccupati per le dichiarazioni” rilasciate dalla presidente della Cai, a La Repubblica pubblicate il 06 aprile 2016.
“Ci preoccupa fortemente il clima di crescente confusione – dicono Pietro Ardizzi portavoce dei 25 enti autorizzati e Monya Ferritti presidente del Care e portavoce delle 33 associazioni familiari - e inasprimento tra famiglie, operatori e istituzioni che si è venuto a creare”.

Leggi tutto...
 

Filomena Albano è il nuovo Garante nazionale per l’Infanzia

Schermata 2016-03-03 alle 23.05.37

COMUNICATO STAMPA

FILOMENA ALBANO È IL NUOVO GARANTE NAZIONALE PER L'INFANZIA

 

Il 3 marzo, il Presidente della Camera Laura Boldrini e il presidente del Senato Pietro Grasso, hanno nominato l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, come previsto dalla Convenzione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (CRC). Il Garante assicura la piena attuazione della tutela dei diritti e degli interessi dei bambini e degli adolescenti italiani.

Leggi tutto...
 

LA REGIONE LOMBARDIA DISCRIMINA LE FAMIGLIE ADOTTIVE SE LE ESCLUDE DAL BONUS BEBÈ!

logo care

Comunicato Stampa

LA REGIONE LOMBARDIA DISCRIMINA LE FAMIGLIE ADOTTIVE SE LE ESCLUDE DAL BONUS BEBÈ!

Le Associazioni Familiari del Coordinamento CARE (Coordinamento di 34 Associazioni Familiari adottive e affidatarie) ritengono irricevibili  le argomentazioni del governatore della Lombardia Roberto Maroni in merito ai criteri di natalità usati per erogare il bonus bebè.

La famiglia che adotta realizza il diritto di un minore in stato di abbandono e in quanto tale ne garantisce la possibilità di nascita all’interno di una famiglia. 

Le famiglie adottive nonostante contrastino attivamente la denatalizzazione, con l’ingresso in famiglia di uno o più figli, sono discriminate dalla regione Lombardia non vedendosi riconosciuti i diritti riconosciuti alle famiglie biologiche.  “Non siamo sostenute in nessun modo nonostante la nostra grande capacità di accoglienza rispetto a bambini che hanno spesso notevoli difficoltà”.

Leggi tutto...
 

COMUNICATO DEL TAVOLO NAZIONALE AFFIDO (27/01/16) Perplessità circa la proposta sull’AFFIDO “RAFFORZATO

Logo CARECOMUNICATO DEL TAVOLO NAZIONALE AFFIDO (27 GENNAIO 2016) 

Perplessità circa la proposta sull’AFFIDO “RAFFORZATO”  (in merito al possibile emendamento al Disegno di Legge sulle Unioni Civili - DdL Cirinnà)

Le Associazioni e Reti di famiglie che in Italia si occupano di affido familiare esprimono le proprie perplessità circa la proposta dell’utilizzo dell’Affido “Rafforzato” in merito al possibile emendamento al Disegno di Legge sulle Unioni Civili (D.d.L. Cirinnà).

Leggi tutto...
 

FAMILY LAB 2 “NELLE NOSTRE MANI” - COMUNICATO STAMPA

img 9025

FAMILY LAB 2  “NELLE NOSTRE MANI”

Roma 17 ottobre 2015, Associazioni Familiari, Enti Autorizzati, Servizi Territoriali (legge 476/98), Rappresentanti delle Istituzioni e Politici si sono incontrati per discutere e trovare urgenti soluzioni sulle attuali criticità del sistema Adozioni.

Leggi tutto...
 

COMUNICATO

È IL CAMMINO CHE FA LA STRADA

 

Logo CAREIl Coordinamento CARE apprende con soddisfazione la notizia della convocazione delle famiglie che aspettano un figlio dalla Repubblica Democratica del Congo da parte della Presidente della Commissione delle Adozioni Internazionali.

Riteniamo questo passo davvero importante per le famiglie che lo hanno chiesto e per tutte quelle che parteciperanno agli incontri, certi della loro efficacia stante il ruolo centrale e primario che la CAI riveste a tutela dei diritti dei bambini in stato di abbandono.

Leggi tutto...
 

COMUNICATO

Logo CARECOSTRUIRE PONTI, NON STECCATI

Mercoledì 5 agosto, 44 genitori adottivi, in attesa dalla Repubblica Democratica del Congo hanno organizzato una conferenza stampa alla Camera chiedendo, allo Stato Italiano, e quindi alla Commissione Adozioni Internazionali, di venire informati esaustivamente e regolarmente in merito all'andamento delle procedure in atto riguardanti le loro pratiche.

Leggi tutto...
 

Chi ha paura dei bambini adottati?

 

Logo CAREcomunicato stampa


Chi ha paura dei bambini adottati?


Ieri 11 febbraio il Miur, nella persona del suo Capo Dipartimento per l’Istruzione dott. Chiappetta, con una nota sospensiva ha revocato la Circolare 338 “Deroga all’obbligo scolastico di alunni adottati. Indicazioni. Ma chi aveva firmato la Circolare 338 solo il 4 febbraio 2014? Lo stesso dott. Chiappetta, il quale, evidentemente, dopo aver firmato, immaginiamo nella piena autonomia e discrezionalità che il suo ruolo gli impone, non deve essersi più trovato in accordo con se stesso e così per ristabilire la coerenza, ha cancellato il lavoro di 3 anni che i suoi uffici e dipartimenti hanno portato avanti col Coordinamento CARE e ha disconosciuto le attese e le speranze di migliaia di famiglie adottive.

Leggi tutto...
 

Protocollo di intesa sulla scuola tra il MIUR ed il CARE

COMUNICATO STAMPA  del CARE - 11 aprile 2013


Il 26 Marzo 2013 è stato sottoscritto un protocollo di intesa tra il MIUR e il CARE (Coordinamento delle Associazioni familiari adottive e affidatarie in Rete) per "Agevolare l’inserimento, l’integrazione e il benessere scolastico degli studenti adottati". È la prima volta in assoluto che il  tema scuola e adozione viene inquadrato e definito congiuntamente dal Ministero della Pubblica Istruzione competente e le famiglie adottive.

Il protocollo riconosce "che gli studenti in adozione hanno il diritto e il bisogno di vedersi accolti adeguatamente nei nuovi contesti sociali in cui accedono, vedendo riconosciute e valorizzate le proprie specificità, le differenze delle proprie storie, attraverso il supporto di personale in grado di utilizzare i più idonei strumenti atti ad agevolare il percorso di adozione."

Leggi tutto...
 

Il CARE porta alla Commissione Parlamentare per l'Infanzia e l'Adolescenza la voce delle associazioni famigliari

logo rombo a4Martedì 19 giugno u.s., il Coordinamento CARE è stato ricevuto dalla Commissione Parlamentare per l'Infanzia e l'Adolescenza, per un'audizione nell'ambito delle indagini conoscitive sull'attuazione della normativa in materia di adozione e affido.

 Il CARE esprime grande soddisfazione per questo incontro, in cui si sono manifestati   concreto interesse e competenza reale da parte dei componenti della Commissione e auspica che le istanze e le sollecitazioni proposte possano essere accolte dagli organi politici con i quali intende mantenere un dialogo sempre franco e aperto, improntato alla massima collaborazione e al confronto, nell’interesse reale dei bambini adottati e in affido e delle loro famiglie.

Leggi tutto...
 

Si costituisce il Coordinamento CARE, associazione di secondo livello, primo network di associazioni di famiglie adottive e affidatarie

Sabato 15 ottobre u.s., presso la sede del Centro Servizi per il Volontariato del Lazio, a Roma, il Coordinamento CARE - Coordinamento Associazioni Famiglie Adottive e Affidatarie in Rete- si è costituito come associazione di secondo livello.
Attivo già dal 2009, CARE ha deciso di darsi una forma giuridica per poter meglio rappresentare i suoi soci. È la prima volta, infatti, che un così grande numero di associazioni di famiglie si unisce in un unico organismo.

Comunicato stampa

 


Pagina 2 di 2
FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS FeedPinterest
ado_5.jpg

In evidenza

Banner


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento del sito. Se vuoi saperne di più consulta la privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.